Nel cuore della Valle de Guadalupe in Baja California, i fondatori della cantina El Cielo hanno scoperto il luogo perfetto per realizzare il proprio sogno: produrre vini di altissima qualità, assicurando alla Valle de Guadalupe un riconoscimento internazionale quale prestigiosa regione viticola.

Il successo non si è fatto attendere. Con i primi vini realizzati nel 2012, infatti, la cantina ha cominciato a collezionare premi di competizioni nazionali e internazionali e le vendite sono impennate. Sette anni e parecchi premi dopo, El Cielo ha ricevuto il premio più ambito del Concours Mondial de Bruxelles: il trofeo Rivelazione Internazionale 2019 Vino Rosso.

Il fondatore e direttore, Gustavo Ortega Joaquín esclama fiero:

“Che grande onore ricevere questo premio da una giuria internazionale che ha degustato i migliori vini del mondo e ha selezionato il nostro Caipirinha 2016 tra oltre 5.300 vini rossi provenienti dai quattro angoli del pianeta.”

Sebbene i risultati siano stati annunciati appena un mese fa, l’impatto della medaglia è già tangibile: “Il premio ha attirato l’attenzione dei media e ci ha portato un’eccellente copertura sia a livello regionale e nazionale che sui social networks”, spiega Gustavo Ortega.

Ma il successo dell’azienda vinicola non si limita alla pubblicità. Gli ordini del vino premiato sono incrementati al punto che lo stock di oltre 12.000 bottiglie basterà appena a coprire la domanda nazionale. Attualmente venduto solo nei ristoranti, il Caipirinha 2016 sarà presto disponibile alla vendita (in quantità limitate) anche sulla boutique online della cantina all’indirizzo www.vinoselcielo.com

“ Il premio ha attirato l’attenzione dei media e ci ha portato un’eccellente copertura. ”

Nessun timore, il nuovo Caipirinha è quasi pronto e promette una qualità addirittura superiore. L’annata 2017 replicherà l’assemblaggio varietale del vino premiato. Secondo il fondatore della cantina, il 2017 è stata un’ottima annata per il cabernet-sauvignon, vitigno principale del vino, e il processo di selezione delle uve è stato ancor più rigoroso rispetto al 2016. Un ottimo potenziale per il prossimo millesimo che si preannuncia, anch’esso, eccezionale.

“ Misurarsi, anno dopo anno, con competizioni internazionali come il Concours Mondial de Bruxelles, ci aiuta a rimanere coerenti e ci mostra che siamo sulla strada giusta. ”

Per il secondo anno consecutivo, El Cielo è il produttore messicano che ha riportato il maggior numero di premi al Concours Mondial de Bruxelles. Nel 2019, oltre a una Gran Medaglia d’Oro per il Caipiriha 2016, l’azienda ha ricevuto anche quattro Medaglie d’Oro e quattro Medaglie d’Argento. El Cielo ha ottenuto il suo primo premio al Concours Mondial de Bruxelles nel 2015 con lo Chardonnay “Capricornius”.

“Misurarsi, anno dopo anno, con competizioni internazionali come il Concours Mondial de Bruxelles, ci aiuta a rimanere coerenti e ci mostra che siamo sulla strada giusta”, dice Gustavo Ortega.

Dopo aver ricevuto numerosi premi nazionali e internazionali, le domande per El Cielo hanno superato la capacità di produzione. Ciononostante, l’azienda preferisce mantenere una produzione moderata e concentrarsi sulla qualità piuttosto che sul volume delle vendite.

 

Caipirinha 2016

85% Cabernet-Sauvignon, 10% Syrah, 3% Nebbiolo, 2% Malbec
Invecchiato 24 mesi in barrique di rovere francese
Gradazione alcolica: 13,6%
Note di degustazione:
Vino pulito, luminoso con un bel colore viola.
Presenta aromi di violetta, frutta rossa e nera come mirtilli, ribes e lamponi con un finale legnoso e aromi speziati derivanti dall’invecchiamento della botte.
Attacco medio-alto, acidità media e tannini ben equilibrati e alcolici con un piacevole finale persistente.
L’assemblaggio si abbina perfettamente con carne di manzo, carne alla griglia, pasta e formaggi semi stagionati.
Temperatura di servizio consigliata: 18 ° C.
Potenziale di invecchiamento: 6-8 anni

 

L’azienda

Oltre 92 ettari di vigneti, su  cui sono coltivati 15 vitigni diversi. Varietà francesi tradizionali come cabernet-sauvignon, cabernet franc, pinot noir, merlot, malbec, chardonnay, sauvignon blanc, syrah, ma anche vitigni autoctoni spagnoli e italiani come tempranillo, granache, nebbiolo, sangiovese e primitivo. La proprietà si trova nella regione della Valle de Guadalupe.

I vini sono suddivisi in quattro gamme: Astros, vini freschi, giovani e assemblaggi varietali; Astrónomos, vini classici e tradizionali del vecchio mondo; Constelaciones, vini moderni con assemblaggi innovativi; e Estrellas, collezione riserva e premium.