Derniers Articles

Elisabeth Gabay: “Il rosé ha il giusto potenziale per diventare la categoria di vino più eccitante”
La 30ª edizione del Concours Mondial de Bruxelles si svolgerà in Croazia
22 May 22
Elisabeth Gabay: “Il rosé ha il giusto potenziale per diventare la categoria di vino più eccitante”
Rende – Cosenza accoglie 310 degustatori di vino internazionali
19 May 22
Elisabeth Gabay: “Il rosé ha il giusto potenziale per diventare la categoria di vino più eccitante”
La Calabria raccontata attraverso gli occhi di cinque esperti internazionali di vino
17 May 22

Elisabeth Gabay: “Il rosé ha il giusto potenziale per diventare la categoria di vino più eccitante”

Mar 11, 2022
Partager sur
Elisabeth Gabay: “Il rosé ha il giusto potenziale per diventare la categoria di vino più eccitante”

Elisabeth Gabay è Master of Wine e probabilmente la più grande esperta di rosé del mondo. È l’autrice di “Rosé: Understanding the Pink Wine Revolution” (2018) e della guida “Guide d’achat des rosés du sud de la France” (2021). Elisabeth Gabey è anche membro della giuria della Sessione rosé del Concours Mondial de Bruxelles. Incontriamola!

Quando ha scoperto la sua passione per il rosé e che cosa l’affascina di questo settore?
– Molto tardi, direi. Mi ha scoraggiato il marketing dell’immagine “lifestyle”, il vino da bordo piscina. Nel 2015, ho cominciato ad assaggiare rosé più interessanti – ma sempre e unicamente provenzali. Quando ho iniziato a fare ricerche per il libro sul rosé, a fine 2016, ho scoperto molte cose interessanti. Il rosé ha il potenziale per essere la categoria di vino più eccitante che ci sia.

A che cosa devono la loro crescente popolarità i vini rosé?
– Domanda da un milione di dollari! Riscaldamento climatico, estati più calde. Il mercato dei giovani alla ricerca di bevande facili, divertenti e glamour. L’aumento della qualità. L’eccellente campagna di marketing promossa dalla Provenza negli ultimi 25 anni.

Perché i Millenials sono così attratti dal vino rosé?
– All’inizio il rosé è stato venduto come un vino semplice e divertente che non richiedeva una conoscenza approfondita del vino, classifiche delle annate o un grande budget. Il marketing ha enfatizzato l’immagine “lifestyle”. Gli anni 2010 e il successo crescente di Instagram hanno alimentato questo marketing.

I vini rosé sono ancora una bevanda prevalentemente femminile?
– In diversi luoghi, ma non ovunque.

Il rosé è un vino “estivo”?
– No, ha smesso di essere un vino estivo diverso tempo fa. Da Pasqua all’autunno… la stagione è lunga ed esistono rosé più consistenti, buoni da bere durante tutto l’anno.

Parliamo di origine e di stile. Quali sono oggi i rosé più ricercati?
– I vini di Provenza sono sempre i più ricercati, perché lo “stile provenzale” è popolare – benché ci si possa chiedere se il consumatore sappia ancora che cosa sia uno stile provenzale, a parte il fatto che è rosa pallido. Esistono anche rosé molto popolari su mercati più locali.

Attualmente, quali sono le categorie di rosé più pertinenti?
– Penso che lo stile si stia diversificando, come per i rossi e i bianchi. Il frizzante è un settore in piena espansione, il rosé secco e fresco è un classico, il rosé naturale “funky” sviluppa un piccolo mercato hipster e mi piacerebbe vedere i rosé dolci diventare più popolari.

Come vede il futuro del rosé?
– Vorrei davvero che il commercio del vino non avesse vergogna del rosé, che i produttori di vino e i buyer riconoscessero tutta la diversità degli stili, che la carta dei vini al ristorante proponesse tanti rosé diversi, come i vini rossi e i bianchi. C’è ancora molta strada da fare per educare il mercato.

Quali sono le tendenze di mercato da tenere d’occhio nel 2022?
– La crescita dei rosé premium e multi premium e la crescita dell’identità regionale.

Mar 11, 2022
Partager sur