Derniers Articles

I trend che caratterizzano il mercato globale dei vini effervescenti
Il Concours Mondial de Bruxelles a Marsala
16 Sep 22
I trend che caratterizzano il mercato globale dei vini effervescenti
Il Concours Mondial de Bruxelles a Marsala
06 Sep 22
I trend che caratterizzano il mercato globale dei vini effervescenti
Partecipare a Wine Paris
26 Jul 22

I trend che caratterizzano il mercato globale dei vini effervescenti

Jun 28, 2022
Partager sur
I trend che caratterizzano il mercato globale dei vini effervescenti

I rapidi cambiamenti socioeconomici e la crescente urbanizzazione contribuiscono all’incremento della domanda di vini effervescenti. Con il continuo aumento del tenore di vita e del potere d’acquisto, i clienti desiderano acquistare prodotti di alta qualità, di lusso. La maggiore propensione al consumo di vino e la grande popolarità dei vini d’annata per le occasioni speciali stanno guidando la crescita dei vini effervescenti nei mercati emergenti come la Cina. Inoltre, il diffondersi dei social media nei paesi sviluppati influisce sullo stile di vita dei Millennial e della Generazione Z che tendono a spendere di più per prodotti premium.

Il prossimo anno, una serie di tendenze chiave continuerà a plasmare la categoria dei vini effervescenti, presentando una serie di opportunità di ulteriore crescita.

 I vini effervescenti, bevanda informale

Sono finiti i tempi in cui lo champagne e i vini effervescenti erano considerati bevande puramente celebrative. Per un gruppo crescente e sempre più giovane di bevitori di vino di sesso maschile, il rapporto con la categoria sta cambiando. Lo spumante sta diventando la bevanda preferita alla fine di una lunga giornata di lavoro o per accompagnare un pasto informale a casa. Anche la maggiore conoscenza della grande varietà di stili e origini gioca un ruolo importante. A mano a mano che i consumatori conoscono meglio le varietà e l’offerta dei vini effervescenti, tendono a consumarli più spesso e ad abbinarli a un buon cibo.

Negli Stati Uniti si prevede che il vino effervescente supererà la birra e diventerà la bevanda alcolica più consumata entro la fine del 2022.

Vini biologici e biodinamici

A seguito della pandemia si è sviluppata una maggiore attenzione per le questioni ambientali. Sostenibilità, salute e benessere sono concetti ormai ben presenti nella mente dei consumatori. Questa tendenza si sta trasformando in un fattore importante a favore dei vini effervescenti biologici, biodinamici e a basso intervento.

La regione Champagne ha preso l’impegno di coinvolgere l’intero settore in un processo di sviluppo sostenibile che include la produzione di vini biologici. “La nostra certificazione “Viticulture durable en Champagne“, riconosciuta dal Ministero dell’Agricoltura, è stata introdotta su oltre il 50% delle superfici vitate”, spiega Charles Goemaere, direttore dell’Ente per la commercializzazione dei vini della Champagne (CIVC). “Il nostro obiettivo è che il 100% della superficie sia certificata entro il 2030”.

Sostenibilità

Sia tra i produttori che tra i consumatori, emerge un senso di responsabilità proattivo verso l’ambiente. Quando si parla di sostenibilità, i consumatori vogliono spendere in modo coerente con i propri valori. I bevitori di vino scelgono sempre più spesso di sostenere marchi attenti all’ambiente.

Pét Nat

La crescente popolarità dei “pétillant naturel” o “pét nat” (metodo ancestrale) è probabilmente dovuta all’ascesa della tendenza del vino naturale. Essendo naturalmente a basso contenuto di zucchero e alcol, il pét nat risponde alla crescente preferenza dei consumatori per le bevande a basso contenuto alcolico o senza alcol. I Pet Nat hanno un’effervescenza leggera e un gusto un po’ rustico e sono leggermente più dolci di uno Champagne.

I vini effervescenti Brut rimangono la scelta principale

La domanda di vini effervescenti Brut rimarrà elevata. La preferenza per questa categoria è dovuta soprattutto alla minore dolcezza, che consente ai consumatori di sperimentare un sapore unico.

E-commerce

Con l’infuriare della pandemia di COVID-19, i governi di tutto il mondo hanno imposto severe chiusure, con conseguente riduzione dell’affluenza nei supermercati e nelle enoteche tradizionali e quindi degli acquisti di vino. Ciò ha spinto i consumatori a rivolgersi ai canali di vendita online, aumentandone la popolarità.

Entro il 2031 si prevede che il canale dell’e-commerce deterrà 1/5 della quota di fatturato del mercato dei vini effervescenti, guadagnando ancora di più in futuro. Va detto che oggi i consumatori dei mercati emergenti sono connessi a internet al pari dei consumatori europei o statunitensi e hanno le stesse probabilità di effettuare acquisti al dettaglio online.

Jun 28, 2022
Partager sur